Noi lesbiche cristiane al Forum. Finalmente insieme!


Il IV Forum dei Cristiani LGBT (Albano Laziale, 15-17 Aprile 2016) ci farà finalmente incontrare! Eravamo disperse, spesso sole, molte di noi non avevano modo di confrontarsi con altre donne che vivessero l’esperienza di essere lesbiche e cristiane, alcune non avevano ancora mai parlato con altre come loro, qualcuna si sta affacciando proprio in questo momento ad una vita nuova, libera, ma vertiginosa.
Chi tra noi già frequentava un gruppo di cristaini omosessuali, spesso si è ritrovata sola in mezzo a tanti, peraltro gradevolissimi, uomini, che si lamentavano della scarsità di presenza femminile agli incontri del gruppo.

Ci siamo spesso soffermate a chiederci dove fossero le donne. Perché rimanessero ai margini della propria esperienza, e soprattutto perchè non avessero l’interesse o il coraggio di incontrare altre donne come loro. Abbiamo vissuto sulla nostra pelle quanta forza ci voglia per uscire dal guscio protettivo di convinzioni, tradizioni, paure, senso di inadeguatezza…
Una condizione che rischia di soffocare e storpiare qualsiasi personalità. Che deresponsabilizza l’individuo e lo priva della libertà di scelta, quella prerogativa che ci pone, invece, al centro di una vita di fede profondamente vissuta. Ora invece, al Forum 2016 saremo in tante, da nord a sud, perché e` sempre un piacere incontrarsi, conoscersi, condividere.

Al Forum dei Cristiani LGBT 2016 saremo in tante e , dovunque tu sia, ti aspettiamo. Accetti la sfida?


Il Programma del Forum 2016
> Clicca qui

Per i genitori con figli LGBT> Clicca qui

Per noi giovani cristiani LGBT> Clicca qui

Quanto costa iscriversi> Clicca qui

Il modulo d’iscrizione on line> Clicca qui

Come arrivare in Auto/Treno/Bus> Clicca qui

Per info> iscrizioniforum2016@gmail.com

Di solito l’abbinamento lesbica e cristiana è guardato con diffidenza, come dirsi nazisti ed ebrei al tempo stesso. Le credenti lesbiche rappresentano una minoranza nella minoranza perché si associa subito la credente ad una chiesa che la perseguita. Se si vedono le cose così è chiaro che il tutto appare come una sorta di masochismo spirituale. Ma le cose non stanno in questo modo”. Rosa S.

Avevo un forte desiderio di poter vivere con altri la mia fede. Anch’io ero una Papa boy’s, una che è stata amorevolmente educata sullo stile: “Misericordia Io voglio e non sacrificio”. Ma un bel giorno… ho ammesso a me stessa che ero lesbica, la mia affettività andava verso le persone del mio stesso sesso… E portavo con me tutte quelle cose belle che mai avrei dimenticato, né negato. All’inizio è stato un po’ difficile. Nel senso che le due cose mi sembravano stridere. Poi mi sono detta: “Beh se il mio Migliore Amico mi ha creata così. Un buon motivo doveva pur avercelo!”. Elisa

Ho deciso che è ora di uscire allo scoperto. Non c’è un modo semplice per dire alle persone che ami che gli stai nascondendo qualcosa. … Sono lesbica. Lo so da circa sei anni, e pian piano lo sto dicendo a pochi amici da quando avevo 18 anni.
Non ho mai smesso di pensare (in tutta onestà) che Dio mi ami nonostante ciò. Questa è una delle poche verità di cui sono sicura. … Non ho risposte su come la mia fede e la mia sessualità possano andare d’accordo, quindi perché lo sto facendo? Innanzitutto, sono stanca delle continue energie spese per soppesare ogni frase, e censurare ogni conversazione per assicurarmi di non dire qualcosa che mi “tradisca”. Rachele

 

Annunci