Noi giovani cristiani LGBT incontriamoci al Forum

Quest’anno dal 15 al 17 aprile 2016 si terrà presso la Casa di Accoglienza San Girolamo Emiliani dei Padri Somaschi ad Albano Laziale (Roma). Dal 2010, ogni due anni i gruppi lgbt cristiani di Italia si incontrano nel cuore dei Castelli Romani per conoscersi, confrontarsi, consolidare rapporti di fratellanza e amicizia e riflettere insieme su temi legati alla fede e alla sessualità. Quest’anno, tra le tante novità, ci sarà l’opportunità, per i giovani cristiani LGBT, dai 18 ai 35 anni, di partecipare ad un pre-forum a loro dedicato!

Il pre-forum sarà un’occasione per conoscersi, condividere la propria esperienza, i propri dubbi, le proprie speranze e la voglia di cambiamento; si tratta di un momento di accoglienza e conoscenza reciproca, che serve ai partecipanti per sciogliere il ghiaccio, entrare in comunicazione e poter continuare insieme gli altri momenti del Forum.

Durante questi giorni avremo la possibilità di partecipare alla caccia al tesoro, un gioco che vedrà coinvolti tutti i partecipanti, i quali dovranno indovinare determinati passi biblici grazie ad alcuni indizi e suggerimenti!

Gli stessi passi biblici utilizzati durante la caccia al tesoro verranno successivamente discussi durante il wokshop-laboratorio dal titolo Coming out: la consapevolezza di sé come testimonianza. Partendo da quei versi si rifletterà, guidati da Gianni Geraci, del gruppo Il Guado di Milano, su come la Bibbia ci inviti ad essere noi stessi e vivere in maniera autentica!

Sarà una grande occasione che vedrà riuniti, per la prima volta, giovani lgbt provenienti da tutte le parti d’Italia. Non puoi mancare!

 

Il Programma del Forum 2016> Clicca qui

Per i genitori con figli LGBT> Clicca qui

Quanto costa iscriversi> Clicca qui

Il modulo d’iscrizione on line> Clicca qui

Come arrivare in Auto/Treno/Bus> Clicca qui

Per info> iscrizioniforum2016@gmail.com

 

Quando ho fatto coming out con il mio parroco gli ho detto: tu hai una grande disponibilità nei miei confronti, tu che sei il pastore devi dirmi come questa mia sana diversità deve integrarsi nella parrocchia. Capisco che ci sono delle pecore che stanno un po’ indietro. Capiamo le modalità con cui possiamo portare avanti il gregge. Il mio pastore mi ha detto ok.  (Edoardo, universitario)

 

Da cattolica, nel mondo lgbt vedo molta rabbia nei confronti della Chiesa. Molti non sanno distinguere le esternazioni di un vescovo omofobo dalla realtà dei fedeli, vedono l’omosessuale credente come un masochista o una persona un po’ strana. Ho una ragazza e non potrei aderire ad altre declinazioni del cristianesimo. Io sono cattolica. (Giulia, 24 anni)

.

Ho 25 anni, sono cattolico e gay. Cerco di vivere a pieno la mia fede senza ignorare quello che sono. Un vero disastro alle volte. All’inizio è un gran casino, davvero, un ciclone di domande che tempestano la mente, poi col passare del tempo le cose tranquilli cambiano. …

La sensazione di rifiuto che si innesca nei cattolici per la tua sensibilità e nei gay per la tua fede, è una stanza d’albergo senza un letto. Una lista infinita di “perché?” rivolti al proprio Dio, che con amore ti ha generato… (Luca B.)

Annunci