Il Forum 2014. Organizzazione e gruppi di lavoro

Anche per il Forum 2014, come per le precedenti edizioni, sono stati attivati dei gruppi di lavoro che hanno preparato il Forum.  L’edizione 2014 del Forum è caduta in un anno speciale, specialmente per la chiesa cattolica, dal momento che papa Francesco ha convocato una assemblea straordinaria del Sinodo dei Vescovi per discutere il tema “Le sfide pastorali della famiglia nel contesto dell’evangelizzazione” (5-19 ottobre 2014), preceduto da una innovativa fase di ascolto “dal basso” che consiste nella raccolta di contributi e che vede molti gruppi ecclesiali, anche di cristiani LGBT, impegnati nel fornire risposte e testimonianze.

La rilevanza del tema scelto con riguardo anche alla considerazione della condizione omosessuale e transessuale in seno alla chiesa cattolica e alle chiesa cristiane in generale, ha indotto il Forum europeo dei gruppi cristiani LGBT ad avanzare la proposta di una conferenza teologica internazionale, svolga prima dell’inizio del Sinodo, che ha affrontato il tema “fede e omosessualità”, con l’intento di animare l’argomento da diverse prospettive teologiche.

Nel 2014 sono stati pertanto attivati 4 gruppi di lavoro:
.

  • Organizzazione Forum italiano 2014Il gruppo di lavoro “Organizzazione Forum italiano” si è occupato di elaborare il titolo, i temi e il programma del forum italiano. Fra i suoi compiti anche la logistica di tutto l’evento forum, inclusa la sede e l’accoglienza. Ha creato anche un breve questionario per per raccogliere stimoli e suggerimenti dai gruppi di cristiani omosessuali italiani e dai loro aderenti, anche a titolo individuale, rivolto a tutte le persone interessate a condividere proposte e idee per il forum 2014. Per aprire il questionario premere questo link.

     .

  • Organizzazione Conferenza teologica internazionale

Il gruppo di lavoro “Organizzazione Conferenza Teologica Internazionale”: ha elaborato, in sinergia con il forum europeo, il titolo, i temi ed il programma della conferenza internazionale Le strade dell’Amore (Roma, 3 ottobre 2014) che vuole proporre ad alcuni teologi, provenienti da varie parti del mondo, un tema impegnativo: «Quale pastorale con le persone omosessuali e transessuali». Perchè non si può infatti parlare di famiglia senza parlare di tutte le famiglie, incluse quelle che hanno dovuto, che devono e che dovranno confrontarsi con l’omosessualità.

 .

  • Creazione di una organizzazione nazionale

Il gruppo di lavoro “Creazione di una organizzazione nazionale”  è istituito con 2 aree di lavoro:

1) l’istituzione di un comitato che presieda all’organizzazione dell’evento forum biennale (con l’utilizzo del metodo gruppi di lavoro), che mantenga nel tempo il network di relazioni, che superi la biennalità per potere organizzare e promuovere momenti sul piano culturale e di incontro, di conoscenza e di unione, tra i vari gruppi italiani anche non cattolici. L’obiettivo è arrivare al Forum con uno statuto leggero per la firma dei fondatori del comitato.

2) la verifica delle piste che possano apportare a una qualsivoglia forma di un organismo nazionale delle persone LGBT cristiane, ripartendo dal lavoro già iniziato negli anni passati che potete trovare nel rapporto del Gruppo di studio sulla identità e la costruzione di un organismo nazionale presentato al forum del 2012.

.

  • Proposte per il Sinodo sulla Famiglia

Il gruppo di lavoro “Proposte per il Sinodo sulla Famiglia” ha due compiti. Raccogliere tutti i contributi che i gruppi italiani (di cristiani omosessuali, ma non solo: es. Noi Siamo Chiesa) hanno inviato al Sinodo e formulare un commento generale da parte del gruppo di lavoro ed eventualmente anche da parte di commentatori scelti per la loro competenza.  Il documento approvato sarà reso pubblico in forma digitale ed eventualmente in forma cartacea alcuni mesi prima dell’incontro di Roma del 3-4-5 ottobre, in modo da permettere ai partecipanti di leggerlo.

Elaborare un ulteriore contributo condiviso, che potrebbe configurarsi come “il contributo e le proposte di alcuni gruppi e persone omosessuali e transessuali cattolicia beneficio dei vescovi delegati al Sinodo straordinario sulla famiglia che inizierà il 5 ottobre 2014 affinché ne possano trarre preziosi spunti per elaborare una autentica pastorale inclusiva.
“Il contributo e le proposte” partono dalla sintesi delle risposte al questionario (del Sinodo) arricchendole di quanto serva a fornire un quadro esaustivo dei suggerimenti per favorire una pastorale realmente inclusiva per le persone LGBT. Eventuali indicazioni teologiche saranno comunque riservate agli atti del convegno teologico, in quanto “il contributo e le proposte” si concentrano su questioni di tipo pastorale. E’ stato ipotizzato che tale documento possa essere aperto alle firme di volenterosi sottoscrittori, sia individui sia gruppi, in Italia e all’estero. Allo scopo il documento è stato redatto in italiano e in inglese.

Sei gruppi di cristiani LGBT italiani hanno inviato il loro contributo, in risposta al questionario del Sinodo, riflessioni che hanno trovato posto anche in questo documento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...