Al Forum 2012 il teologo Mancuso si confronta “sull’amore omosessuale”

Di primavera, nel senso di «verità» parla il teologo Vito Mancuso, invitato dai gruppi di cristiani omosessuali a confrontarsi su le «prospettive teologiche sull’amore» omosessuale al II Forum dei Cristiani Omosessuali Italiani (Albano Laziale, 30 marzo- 1 aprile 2012).Per Mancuso, docente di Teologia moderna e contemporanea presso la Facoltà di Filosofia dell’Università San Raffaele di Milano ed editorialista del quotidiano “la Repubblica” autore di numerosi saggi tra cui “Io e Dio, una guida dei perplessi” (Garzanti, 2011), era la prima volta che si confrontava sul complesso tema dell’omosessualità.
Nel suo intervento Mancuso ha voluto partire proprio dall’analisi delle due obiezioni che spesso vengono mosse contro l’omosessualità dalla chiesa cattolica, una in nome della Natura e l’altra in nome della Bibbia, per puntualizzarle e smontarle in maniera stringente.
Un lungo intervento, di cui vi proponiamo la registrazione e la trascrizione integrale, a cui è seguito un ricco dibattito con tante domande che partivano proprio dalla difficoltà dei cattolici omosessuali di dialogare con la loro chiesa che spesso non sa “ascoltali”.
Per la giornalista Delia Vaccarello, nell’articolo dedicato alla conferenza tenuta da Mancuso sabato 30 marzo al Forum, “le risposte di Mancuso invitano a scegliere sempre una dimensione «universale»” e vogliono “promuove «una teologia dell’autenticità»” perchè «Noi siamo passione, se si spegne la passione, si spegne anche la vita».

Annunci